Fiumare

 

Home Fiumare Zomaro Murales Il mercato Madonna del Cammino Ricordi Passato Cittanova Oggi

Cittanova fiancheggiata da due fiumare: quella di Vacale e quella della Serra; Vacale situata a Nord mentre la Serra si trova a Sud ed entrambi scendono dalle pendici dell' Aspromonte, verso la piana di Gioia Tauro.

 Il terreno di Vacale impermeabile, scorre tutto l'anno e l'estate viene sfruttato molto per l'irrigazione.

 

                                                                         

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fino a non molto tempo fa a Vacale si praticava la pesca delle anguille, e veniva molto utilizzato dalle donne per il lavaggio della biancheria, perch le sue acque davano un candore incomparabile ai tessuti.

La vegetazione caratterizzata dalla coltivazione come la vite, agrumi, fichi, fichi d'India. Salendo sostituiscono le piante spontanee come le more, l' erica ("burvera"), il corbezzolo, il castagno ed il noce;

Salendo le colture si fanno da parte per lasciar spazio alla vegetazione spontanea; nelle colline piu' basse si incontrano i castagni i cui frutti vengono raccolti ed utilizzati per la preparazione di alcuni prodotti caratteristici della zona.

E' la volta delle querce, utilizzate come legna da ardere seguono poi gli alberi di acacia, impiegati per la costruzione di utensili di uso agricolo e dai cui fiori si ricava il miele, in autunno in seguito a lunghi periodi piovosi, il territorio montano si arricchisce di vari tipi di funghi, alcuni commestibili, altri velenosi; in questo periodo, sono frequenti le escursioni di molte persone che si spingono, fin nelle zone meno conosciute per visitare questo incantevole luogo.

Nel periodo primaverile spuntano dei germogli piccoli e verdi, gli asparagi, denominati localmente 'ruscula' sono raccolti e preparati in diversi modi.

 

  

 

 

Il torrente Serra si diversifica dal Vacale soprattutto per la presenza di acqua nel sottosuolo. Nel 1924, infatti si diede inizio alla realizzazione del primo acquedotto per uso civile completato nel 1931 da una cooperativa di maestranze locali. Il terreno in questa fiumara pi permeabile, infatti l'acqua scorre sotto il letto della fiumara. Il Serra ha un grosso bacino di raccolta di acqua, costituito da quattro rami che sono:

1) Il Nocellara, dove si trovano delle cascate naturali; 2) Il Vallone lo stretto dove si trova un grosso masso granitico chiamato "La Pietra di S. Girolamo";  3) Serro di Marco, qui si trovano le trote, ed infine; 4) Marinello quasi impenetrabile a causa della sua fitta vegetazione. Questi quattro rami si uniscono tra loro formando appunto la Serra. Negli anni 50' vi erano parecchi vigneti coltivati, che davano un ottimo vino soprattutto nella zona della "Conca" ed un altra zona chiamata "Prenura". Negli anni 70' vi fu uno sfruttamento del Serra per l'estrazione della ghiaia con un impatto ambientale disastroso. Oggi vive in uno stato di abbandono, movimentandosi solo nei mesi invernali per lo scorrere delle acque in superficie.